Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Factory Fattori | 11 Dicembre 2019

Scroll to top

Top

Oscaruaild tutto di corsa (Non aver paura che le tue gambe cedano facendoti cadere)

Oscaruaild tutto di corsa (Non aver paura che le tue gambe cedano facendoti cadere)
Saverio Fattori

ritratto-di-dorian-gray1

Su feisbuc è irrefrenabile l’urgenza di scrivere sulla sabbia del web frasi memorabili da condividere, così da quadagnarsi i meritati I like e gli ambitissimi curicini. Non è che l’appassionato di corsa riesca a sottrarsi a tale obbligo, anzi, egli ne è ingordo. A volte li ruba pari pari a personaggi noti, immancabili sono le lezioni di vita del solito ultrarunner mascellato Dean Karnazes che dopo un paio di Big burger comprensivi di cipolla ti spara un:

Correre mi ha insegnato che perseguire una passione è più importante della passione stessa. Dean Karnazes

Da questo dedalo mentale non se ne esce, di certo una dieta sbagliata, magari troppo sbilanciata sulle proteine, lascia la mente ad annaspare a vuoto, però letta in fretta funziona, tutte queste ESSE, Dean, o il suo ghostwriter al secondo giro di bourbon, ha di certo il dono della sintesi, e lo spot funziona. Mettetelo Dean in bacheca, funziona, sono cuoricini.

Anche i grandi a volte per stanchezza, magari dopo una giornata lunga e noiosa, nel corso di un dopocena in compagnia di persone troppo servili, abbassano la guardia. A Margherita Hack viene attribuita questa frase di sotto, e un podista ha pensato bene di farcene dono.

Affrontate la vita come si affronta una gara. Con la voglia di vincere. Margerita Hack

Non so se questa schiacciante verità potrà servirvi domattina in ufficio o in catena di montaggio, se non vi soddisfa di Margherita (ricordatevi sempre MargHerita) potete trovare un sito dove di fa menzione delle Dieci frasi memorabili di Margherita Hack. Cercatelo, visionatele, e fatemi sapere.

Questa di sotto è stupenda, credo faccia la felicità di ogni ortopedico, ma quando la leggo non posso fare a meno che il mio pensiero cinico mi corra a Lourdes o a Fatima:

Non aver paura che le tue gambe cedano facendoti cadere. Ricorda sempre che le tue gambe saranno le stesse che ti rimetteranno in piedi. Tania Bì.

Non ho idea di chi sia Tania Bì, ma spero continui con altre perle di saggezza, Tani Cì, Tania Dì, e via di seguito fini alla zeta.

E poteva mancare Pierre de Coubertin? È terribile ma scrivendo questo articolo mi sono reso conto che digitando il nome di uno famoso, uno qualunque, alla secona o terza voce il motore di ricerca ti vomita un immancabile: Frasi di… Aforismi. Agghiacciante. Un pronto soccorso per le bacheche di tanti fruitori di feisbuc poco fantasiosi, un supermarket sempre aperto. Comunque il barone pare se venne fuori così:

Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla.

Credo sia stata tradotta male, come certi titoli di film esteri che vengono massacrati nelle loro uscite nelle italiche sale cinematografiche per inspiegabili follie autarchiche spesso con esiti suicidi.

Ma spesso le frasi lapidarie sono di anonimi geni non riconosciuti, magari morti in miseria e dimenticati, non di rado vengono modificate frasi celebri per adeguarle alle nostre corsette domenicali:

L’importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. Ma quello che provi mentre stai correndo.

Questo lo mettono gli organizzatori delle gare quando i podisti si lamentano dei ristori, dei premi, o del fatto che la medaglia di partecipazione è in plastica.

A questo punto punto potrei pure azzardare di mio intelletto un: Non chiederti quello che la corsa può fare per te, chiediti quello che tu puoi fare per la corsa.

Per lo più ha un tono consolatorio da un lato e di sprone dall’altro questa smania aforistica. Ne trovi a pacchi, a pacchi, le leggi e ti senti già più forte, ve ne mollo qualcuna così, per farvene omaggio con la speranza che ne possiate trarre vantaggi.

Non vince chi comincia. Vince chi non molla.

Se vuoi essere forte vinci te stesso.

Correre è la più grande metafora della vita perchè ne tiri fuori quello che ci hai messo dentro.

Se sei in grado di superate te stesso vinci sempre, anche arrivando ultimo.

Il miglior riconoscimento per la fatica fatta non è ciò che se ne ricava, ma ciò che si diventa grazie ad essa.

Le persone forti non sono quelle che vincono sempre ma quelle che non si arrendono mai.

Quest’ultima la diceva sempre Gebrselassie a Tergat dopo una delle sue volate assassine, poi a Gebre rimaneva stampato quel sorriso a settanta denti e a Tergat giravano le palle. gebre