Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Factory Fattori | 17 dicembre 2017

Scroll to top

Top

MEDAGLIE CANAGLIE

MEDAGLIE CANAGLIE
Saverio Fattori

Ma poi tutte ste medaglie dove le mettete? Paul Targat in uno scatolone da qualche parte che non si ricordava mai dove cavolo finivano e mandava sua moglie a cercarle. Voi?

Ho messo questa domanda sulla mia pagina Facebook senza una intenzione precisa, in parte la solita provocazione e in parte vera domanda rivolta alla piccola fetta di runner con cui sono in contatto tramite il social.

Una parte di me continua a pensare che ci sia qualcosa di volgare nel collezionismo in genere, questa smania di trattenere a sè oggetti, di non lasciare andare il passato, di rimirarselo condensato in bacheche tirate a lucido, orgogliosi di contemplarle in certe interminabili domeniche pomeriggio, dove ti senti vuoto e un po’ triste, e quasi non ti sembra vero che quelle patacchine di metallo per nulla prezioso te le sei guadagnate con il tuo ardore.

Anni fa corsi la mezza più ambita di Bologna, la Rune Tune Up, un evento di grande successo, ma quel giorno nel dopo gara sentii due arrivati lamentarsi della medaglia di partecipazione, per me era una cosa nuova, in effetti sono passati diversi anni, forse una decina, era evidentemente iniziata l’Età tapasciona, non avevo mai sentito prima qualcuno lamentarsi dell’aspetto estetico della medaglia di partecipazione, qualcosa stava cambiando nel nostro mondo e io ancora non capivo. Non capivo quella considerazione che si erano scambiati i due finisher. Una cosa è certa, gli organizzatori della suddetta mezza maratona non avebbere più ripetuto quell’imperdonabile errore, e oggi navigano in buone acque grazie anche, certo non solo, a medaglie di metallo dall’aspetto prezioso e collezionabili.

In realtà volevo davvero sapere poi che fine fanno e le risposte non mi sono sembrate affatto scontate, e mi hanno fatto uscire da certi preconcetti che mi porto dentro.

Contessa Ramacca: Una mia cara amica le ha buttate tutte insieme alle coppe nel cassonetto dell’indifferenziata il giorno che ha traslocato riteneva che fossero troppo ingombranti

Roberto Chilosi: Medaglie boh? Coppe sopra un mobile in camera degli ospiti…ovviamente perché sappiano con chi hanno a che fare

Andrea Furlanetto: Io le regalavo. Edi Okan le mette all’asta tra i suoi amici per beneficenza. I suoi amici sono gente di cuore che fa finta di essere interessata alle medaglie, ovviamente

Davide Capponi: In una scatola da scarpe… mia figlia gioca spesso a indovina la medaglia. Mezza di Ferrara! Run Tune Up! Berlino! e via così…

Alessio Guidi: Io le tengo tutte, alcune appese al muro e tutte le altre ben custodite in una scatola.

Sandro Tosi: Buttate in uno scatolone

Alberto Negrini: Io le butto subito o non le ritiro neanche…

Tommaso Lisa: Dietro la porta di camera. Quando c’è il terremoto suonano (con tanto di foto che certifica)

Fabio Zambelli: Quelle d’oro e d’argento le ho fuse in lingotti

Sonia Marongiu: Tutte dentro una scatola, in garage.. ma non mi ricordo dov’è la scatola 🙂 Coppe: tutte riciclate! Ho tenuto solo la targhetta e le ho date per altre manifestazioni: gare di bambini, rally, gare di moto. Chi le prende ci appiccica una targhetta nuova e almeno hanno nuova vita, ovviamente tutte conservate in ottime condizioni.

Marinella Satta. Prima in una scatola, adesso le ho tirare fuori e le ho appese al muro, sono quasi tutte di maratona e ultra, molte coppe le ho riciclate oppure regalate. Tengo solo le più significative. Le medaglie d’oro e argento, la maggior parte le ho vendute.

Paolo Lorenzini: Ma le mie sono poche le ho nel cassetto del comodino

Luca Poletto Le tengo a portata di mano, anche se ne vinco poche, perche’ poi trovi sempre qualcuno durante le gare che pretende di averla anche senza che gli spetti… e allora ce le ho li’ pronte!!!!

Fabio Ricci In una scatola in uno sgabuzzino.

Andrea Bartoli Non per niente Tergat era il mio idolo. Anch’io non ricordo. Di sicuro molte coppe vinte quando correvo in bici sono a casa dei miei. Medaglie tra cantina, cassetti e non so dove…

Antonio Nazzaro Perse tutte, ho conservato solo quella dei giochi della gioventù

Claudio Grassi: Una scatola made in Ikea per tutte tranne quelle delle corse ispirate a Harry Potter che appendo in un medagliere a tema.

Simonetta Bono Mai un podio. Solo medaglie che danno a tutti. Appese ad un chiodo per ricordare la fatica!!!

Patrizia Cheli Io tengo solo quelle Delle maratone tutte le altre, a parte la Run Tune Up, una sola per ogni tipo di gara….

Sara Roiter Io con gli addobbi di Natale e ci decoro l’albero

Ho trovato davvero soluzioni molto interessanti, consigli utili anche per lo smaltimento dei metalli pesanti e su come rapportarsi a questo oggetto del desiderio, ma a chiudere il cerchio e a fare saltare il banco ci pensa Lorenzo Consonni che posta una foto di Luciano Onder incorniciato da una scritta che così recita:

Oggi parliamo di un grave disturbo della personalità, quelli che collezionano medaglie…

Articolo già uscito sul mensile Correre