Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Factory Fattori | 22 Agosto 2019

Scroll to top

Top

DOCTOR

DOCTOR
Saverio Fattori

Lo Stregone è di aspetto gradevole, capelli rasati che rimediano alla calvizie, pizzetto e basette comunicanti, sotto il camice schizza una buona fibra muscolare. Alla prima visita chiede 150 euro. Inizia una lunga chiaccherata che ha blande velleità psicoanalitiche. Ti lascia parlare molto e non incalza con domande. Sa ascoltare e ti illude che il tempo del colloquio sia illimitato, che in quel momento tu sia la priorità assoluta della sua vita professionale.

Alle pareti , attestati di lauree conseguite all’estero e corsi di aggiornamento, foto di atleti in azione. Maratoneti sul traguardo, sulle loro teste campeggia un display elettronico che certifica la prestazione cronometrica. Un paio hanno le braccia levate in segno di vittoria, sono quelli con i tempi peggiori, sopra le tre ore. Indossano canottiere con la scritta ITALIA, fanno parte del kit che le agenzie turistiche mettono a disposizione dei clienti nelle manifestazioni all’estero . Non mancano foto di culturisti in posa e ciclisti concentrati nello sforzo. Nella parte bassa delle immagini le dediche a pennarello. E’ identificato come doc, doctor, o con il nome di battesimo. C’è stima e simpatia. Ma soprattutto riconoscenza. Mi colpisce la foto sul traguardo di un Ironman in California. Mi alzo dalla sedia in pelle e fisso una foto alla parete.

“Le interessa il triathlon?”

“Lo detesto. Non riesco a capire come si possa pretendere di praticare decentemente tre sport. Per me praticarne uno è già un inferno. O è mania di onnipotenza o pressapochismo.”

“Vede, il trucco è rimanere alla larga dall’eccellenza su una singola disciplina , tenendo presente che la coperta organica è limitata.”

“Si ricerca la medietà quindi… è orribile.”

“Lei è troppo duro. Si tratta di agonisti a fine carriera. Hanno bisogno di nuovi stimoli. Oppure amatori che hanno scoperto lo sport in età avanzata. E non creda sia così facile. Io cerco solo di dare il mio contributo a questi piccoli eroi. Vederli felici è una soddisfazione enorme. “

Acido lattico, Gaffi editore (2008)

Next Story

This is the most recent story.