Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Factory Fattori | 2 Luglio 2022

Scroll to top

Top

Alienazioni padane

C’è un giovane uomo, Ale, ha poco più di trent’anni. E c’è una città di provincia, con il suo contorno di bar, discoteche, appartamenti privati, uffici, strade nella nebbia. E ci sono gli altri. Ragazze belle e insoddisfatte, maschi viziati, appassionati di armi, colleghi di lavoro, fidanzati perbene catodici e goffi. Lui, Ale, li guarda tutti, li spia, li segue, li pedina. E ci racconta le loro vite, e la sua stessa vita, con una voce cinica e feroce, affilata da un sarcasmo velenoso e senza pietà.
Questo è un romanzo scritto da un giovane che racconta di giovani, ma che si discosta dalla media delle narrazioni dello stesso tipo. L’autore non è mai compiacente, mai affettuoso verso i suoi personaggi e la sua generazione. Sembra odiarla piuttosto, e allo stesso tempo odiare quella provincia meschina e lobotomizzata, quei riti squallidi che scandiscono la vita di ognuno: la discoteca, la cena con i colleghi, la festa di matrimonio, il venerdì con gli amici, il cinema il sabato e la pizza la domenica. A suo modo Ale è una figura tragica. È corrotto come i suoi coetanei ma allo stesso tempo prova sulla sua pelle un bruciante senso di esclusione.
Pagina dopo pagina il lettore è trascinato in un flusso vertiginoso, in un delirio di eventi scanditi con rabbia e velenosa ironia. Una prova travolgente, modernissima, affamata di vita e spregiudicata. Una scrittura che sembra non temere nulla. Scivola come una ballata di rock italiano anche se la musa sono i testi surreali di Sergio Caputo. Il normale si fonde con l’alieno nella grassa e annoiata zona tra Bologna e Ferrara. Il sesso diventa la chiave per l’evasione ma sfugge dalle amani e si trasforma in cronaca nera in un crescendo sapiententemente trattenuto. Chi è Ale veramente?

IQuindici

E chi sono iQuindici? Sono un gruppo di lettori e lettrici iscritti a Giap, la newsletter telematica di Wu Ming riunito attorno al progetto Lettori Residenti, attivo dal settembre 2002. I Lettori Residenti leggono, recensiscono, discutono tra loro del valore delle opere che ricevono, opere di autori sconosciuti, inediti, qualcuno li definisce esordienti

Alienazioni padane #19

5 Dicembre 2016 |

Jusy oggi l’ho seguita dal bancomat del Credito, m’era sembrato fosse lei, l’adrenalina mi ha avvertito salendo sgarbata dal basso ventre. Dal Credito alla farmacia, verso la zona adibita a integratori, erboristeria, omeopatia e puttanate in genere, … Read More

Alienazioni padane #18

30 Novembre 2016 |

Il sostituto col nome di donna ha ordinato un latte e caffè tiepido, se fosse possibile senza schiuma. Il barista inarca le sopracciglia avvilito, non c’è bisogno di ribadire la raccomandazione ogni mattina da un … Read More

Alienazioni padane #17

21 Novembre 2016 |

Il lunedì nessuno accenna all’Inter, con l’ultima sconfitta interna ha definitivamente abbandonato velleità di scudetto nonostante la campagna acquisti sopra le righe. Qualcuno dice che ancora non ci crede e lascia l’ufficio sbattendo la porta, allude alla … Read More

Alienazioni padane #16

17 Novembre 2016 |

Piero all’ultima (in particolare per lui) cena aziendale ci aveva trascinato alla Taverna dei Porcari un locale spostato di poco dalla via Emilia che rimane sotto un ponte sgretolato, dalle cui ferite ti aspetteresti di vedere uscire … Read More

Alienazioni padane #15

13 Novembre 2016 |

Piero ha sette pistole, il porto d’ armi da collezionista, la licenza di caccia e la cassaforte dove per legge deve custodire la sua famiglia. La chiama così. In ufficio estrae dal portafoglio una foto presentandola così. … Read More

Alienazioni padane #14

12 Novembre 2016 |

ALE. IL MANIACO STA A ZERO. E’ RIMASTO UN KOALA CHE TI SI VORREBBE ABBARBICARE ADDOSSO.

JUSY. CHE BUFFO! MA SEI UBRIACO? HO BALLATO E RISO TUTTA SERA IN DISCO CON LE MIE AMICHE.Read More

Alienazioni padane #13

9 Novembre 2016 |

Non voglio donne da sposare e da gonfiargli la pancia, voglio donne da portare all hemingway caffè latino quello di Caputo. Negli anni ottanta, faceva il gallo in locali a la page, io ero un bambino, lui … Read More

Alienazioni padane #12

7 Novembre 2016 |

Jusy lavora in una profumeria del paese, la maturità da sessanta era a marcire da qualche parte dopo una breve incursione a Pedagogia, gli affari vanno male, la proprietaria le ha chiesto di lavorare part-time, solo la mattina … Read More

Alienazioni padane #11

6 Novembre 2016 |

CONSIGLI E INCIDENTI. CINQUE

Il pensiero della morte inteso come introspezione sul mistero porterebbe a stati di alienazione insanabili e al crollo di qualunque sistema socio – economico. La gente sarebbe aggredita da angosce paralizzanti, … Read More

Alienazioni padane #10

3 Novembre 2016 |

Nemmeno Rebecca Franzoni sembrava avere la faccia classica di quelli che poi muoiono giovani e tutto il paese poi si stringe attorno alla famiglia. Il parroco nulla sa di pulsioni sessuali estreme che portano all’annientamento … Read More